Snatch

Lo Snatch è un esercizio assolutamente e affascinante: chi lo vede eseguire per le prime volte stenta a credere che quella palla sia così pesante!!!

Parliamone: se per diventare un insegnante RKC/SFG devi eseguire 100 snatch con una mano in 5 minuti ci sarà un motivo! E il motivo è che lo snatch è un esercizio devastante che non lascia riposo nemmeno al più remoto muscoletto, sottopone ad un impegno aerobico di altissima intensità e richiede una grande tecnica e controllo, anche sotto uno sforzo elevatissimo.

Posizione iniziale

Iniziamo il nostro snatch come se stessimo per iniziare uno swing ad una mano. E come per uno swing ad una mano slanciamo indietro il kettlebell e esplodiamo tutta la potenza delle nostre anche. Subito dopo la spinta però, non dobbiamo lasciare che il braccio se ne vada avanti disteso. Dobbiamo nuovamente domare l'arco e come per dare una gomitata dobbiamo tirare le briglie del kettlebell e riportarlo verso di noi con quella che definiremo tirata alta.

Tirata alta

Se abbiamo richiamato correttamente il kettlebell con la muscolatura della schiena dando quella sorta di gomitata, ci troveremo nella condizione in cui il kettlebell continua a salire verso l'alto la è quasi privo di peso. Dobbiamo approfittare di questo momento per insinuarci con il pugno, farlo ruotare sopra la mano e lasciare che si adagi dolcemente sul polso. Come nel clean, anche nello snatch il mix di tensione e rilassamento è fondamentale alla buona e sicura riuscita dell'esercizio. 

Lockout

Quando il kettlebell si troverà nel punto più alto, dobbiamo essere in grado di aprire la mano e muovere le dita. Il l'angolo della maniglia deve trovarsi nel punto più morbido e confortevole del palmo.  La spalla bassa e il braccio vicino all'orecchio. Il gomito deve essere bloccato, il petto in avanti a far si che il braccio che tiene il kettlebell sia arretrato rispetto all'orecchio. Dobbiamo poter mantenere questa posizione per un tempo indefinito, dobbiamo persino essere in grado di passeggiare con il kettlebell sopra la testa se il lockout è ottimale!

Bene! Ora abbiamo un kettlebell sopra la testa! Non vogliamo che resti li!

Iniziamo la discesa invertendo la rotta, sempre domando l'arco mandiamo il kettlebell in avanti, lasciamolo quasi cadere, rimaniamo contratti e dritti il più possibile. Quando proprio è inevitabile, agganciamo nuovamente il kettlebell e riportiamolo in mezzo alle gambe in basso e indietro come nello swing e ripartiamo con la ripetizione successiva.

Ogni snatch deve esprimere la massima potenza e velocità. Ogni snatch! Questo significa che possiamo permetterci di rifiatare in posizione di lockout ma ogni singola spinta verso l'alto deve essere eseguita con la massima esplosività.

Imparare correttamente quando stringere e quando rilasciare il kettlebell nello snatch è più importante che mai.

Per visualizzare il video dello snatch registrati gratuitamente oppure effettua il login

Indietro